Blog

Hong Kong ottiene il suo primo fondo di criptovaluta

criptovaluta

Securities and Futures Commission (SFC) ha approvato le licenze di diversi gestori di criptovalute 2 anni fa per far crescere il mercato delle criptovalute a Hong Kong, ma quel progetto non è andato bene poiché le aziende non erano in grado di soddisfare i requisiti come indicato dalla SFC.

Intorno al 20 aprile 2020 Bloomberg ha verificato che Venture Smart Asia ha istituito il suo primo fondo di criptovaluta a Hong Kong, utilizzando un obiettivo ambizioso prestabilito di raggiungere cento milioni di dollari ($ 100 milioni) nell’anno iniziale.

Purtroppo, quelle concessioni non hanno fatto molto nel 2018 in quanto le società non sono state in grado di soddisfare le richieste della Securities and Futures Commission (SFC) per la pubblicità del capitale di criptovaluta agli investitori professionali. Di conseguenza, questa è in realtà la prima volta che un fondo che è criptovaluta sarà qualificato per offrire agli investitori una finestra ufficiale.

Leggi anche: Bitcoin Pro Recensione

Fondo di criptovaluta per investitori istituzionali

La mossa arriva dopo che la società ha ottemperato ai requisiti di licenza stabiliti dalla SFC in questa stagione.

Basato sul CIO Avaneesh Acquilla di Arrano Capital, ha affermato dall’affermazione che anche se la società non ha un obiettivo di lancio specifico in questo momento, cercherà di superare i cento milioni di dollari ($ 100 milioni) di risorse sotto controllo tramite di un fondo di criptovaluta che traccia il costo dei Bitcoin nel primo anno del suo lancio.

L’altra merce che ha un portafoglio più aggregato verrà probabilmente lanciata nella seconda metà della stagione. Sarà un fondo di criptovaluta collegato a una varietà di token, supportato da Acquilla.

Acquilla ha inoltre affermato che un elevato numero di investitori esperti in Bitcoin vede ancora questo vantaggio come una riserva di attività di valore, una garanzia che mitiga i rischi legati alle incertezze comportamentali e macroeconomiche. Pertanto, esiste una domanda organica per un’entità regolamentata di cui ci si può fidare per determinare il tasso di adozione. C’è un requisito. Stiamo rispondendo a questa domanda, ha confermato.

Related Posts